ebnitalia.it - il forum • Leggi argomento - Birdgardening: domande varie

Birdgardening: domande varie

Mangiatoie, cassette nido e giardini

Birdgardening: domande varie

Messaggioda arella » 10 feb 2012, 1:30

Ciao a tutti, sono nuova del forum. Vi pongo delle questioni sperando di trovare spunti e risposte.

1) Inizio con IL VENTO, questo perchè nella campagna veneta dove vivo, a fronte di tanta neve sparsa per l'Italia, che qui non si è vista, in compenso sono capitati giorni con un grande vento (sembra la bora di Trieste). Anche stasera c'è un vento fortissimo, lo sento anche ora. Non ho ricordi di un vento così forte in inverno. La mia domanda, forse banale, è quanto i piccoli passeriformi risentano del vento? Mi chiedo se possano decidere di spostarsi. Qui non c'è neve e ci sono state ultimamente anche giornate soleggiate ma poi parte questo vento fortissimo. Insomma per loro è un'annata brutta, grande freddo quando fino a poco tempo fa non sembrava quasi inverno, ed in zone più tranquille come la mia invece ci sono questi venti mai visti prima.

2) Il secondo quesito è la croce del mio birdfeeding: gli STORNI! Chi li conosce non serve legga altro.
Ho 4 mangiatoie. Una è a "casetta", me la sono fatta costruire, è stata la mia prima mangiatoie e le entrate sono grandine. Mi è stato consigliato di stringere le entrate. Così ho fatto con delle decorazioni di legno. Entrano lo stesso. Sono più grandi rispetto a delle cince eppure passano in fori piccolissimi. Il problema è che mangiano tutto. Io cerco di mettere oltre a semi di girasole, anche altro, per variare la dieta. Un mix di panettone, noci, nocciole, mandorle, arachidi (non salati non tostati), pinoli, biscotti, semi di girasole, lardo, tutto tritato e poi sopra ci colo burro. Tutto questo per i piccoli... gli storni mi svuotano una mangiatoia in 5 minuti, e non sono ancora sazi! Ho quindi una seconda mangiatoia, che mangiatoia non è, poichè si tratta di una casetta nido. Io le chiamo "casette nido tarocche" perchè sono fatte in compensato, quelle che si montano e hanno sopra un coperchio che si alza. Lo scorso anno questa soluzione è stata la mia salvezza. Non che non provassero ad entrarci ma al massimo ce ne entrava solo uno, e solo con la testa. Quest'anno uno ha imparato ad alzare il coperchio! Gli altri stanno addosso alla mangiatoia e non permettono a nessun altro uccello di mangiare. Ho stretto l'entrata ma loro ancora entrano, invece le cince con l'entrata così piccola raramente vi entrano. Devo dire che quest'anno però sono davvero poche.
Nella terza mangiatoia metto solo semi di girasole, quella non la toccano, ma basta che aggiunga qualche pezzettino di noce o arachide che vi si tuffano mangiando anche il resto. Questa mangiatoia è totalmente aperta, l'ho comprata quest'anno, di quelle fatte a semi casetta, con contenitore e un'astina parallela davanti.
La quarta è in legno a cilindro, anche qui perlpiù semi di girasole. Stranamente quest'anno è dimora dei passeri, ma anche qualche cincia ci passa. Se metto dell'altro, magari qualche arachide per i pettirossi, gli storni ci vanno.
L'unica salvezza diciamo che sono le pallette di grasso appese alle retine. Ho utilizzato una retina vuota e ci ho messo delle noci intere (sgusciate) e specie una cinciallegra a volte si ferma a mangiare, anche se ovviamente è costretta a stare in loco, come per le pallette di grasso. Se metto qualche pezzettino delle stesse noci tagliato gli storni se lo mangiano subito.
Mi dispiace per i codibugnoli che del pappone che faccio vanno matti, ma che non riescono a mangiare quasi nulla.
Quest'anno sono passati anche dei Fringuelli, mai visti prima qui... ma tra passeri e storni stanno a guardare pure loro.
Tralaltro una parte di storni qui è stanziale, se ai primi caldi cinciarelle e pettirossi se ne vanno gli storni nidificano nelle tegole dei tetti qui intorno, percui appena inizio il birdfeeding sono i primi a correre.

3) In alcuni siti che consigliano cosa dare agli uccelli in inverno trovo scritto "formaggio", in altri no. Mi sono sempre chiesta perchè una voce così generica. Insomma ci sono un sacco di tipi di formaggio. Che voi sappiate ce n'è uno che va bene?

4) Conoscere qualche sito on line che venda delle fontane per uccelli a prezzi non stratosferici? Una l'avevo trovata ma contattato il sito mi dicono che non è una fontana, in sostanza non ha un circolo continuo d'acqua ed in più chiedo, vista la foto (che se mi autorizzate vi posso linkare con le fonti), come posso fare quando devo cambiare l'acqua e pulirla. Risposta che mi viene data: devi smontarla! :icon_eek
Tutte le altre che ho trovato hanno prezzi stratosferici, mi interessava per il lato funzionale, non tanto per quello estetico. Io metto già dei contenitori d'acqua che specie nell'ultima caldissima estate sono stati molto apprezzati (persino la gazza che non scende mai è venuta a bere) però ho letto che se l'acqua scorre la cosa è più apprezzata. Per questo mi sono messa a pensare alla fontana.

5) Ultima domanda. So che i corvidi non sono molto amati -non vado oltre la questione sarebbe lunga- eppure non posso rimane ammaliata dall'occhio pazzo della ghiandaia. Nelle via dove abito ne girano. Non arrivano mai al mio giardino (non ho la giusta vegetazione) ma speravo che almeno d'inveno passassero per mangiare qualcosa. Il sacchettino con le noci dovrebbe fargli gola ad esempio. Ne ho viste due tre posate verso sera negli alberi nei miei vicini di casa, ma troppo lontano per osservarle bene. Si chiamavano fra loro. Alle mie mangiatoie non si sono mai avvicinate però. Perchè?

Scusate per la lungaggine. Grazie in anticipo a chi mi dedicherà un po' del suo tempo.
Avatar utente
arella
young birder
young birder
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 7 feb 2012, 20:40
Località: Treviso

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda Alfa » 10 feb 2012, 14:02

AH AH :icon_lol li odio gli storni!!! :icon_e_smile che nervoso....
POtresti aggiungere l uvetta secca come nuovo piatto" anche mele un po bacate,arance, anche con le patate cotte con buccia,non si sa mai, per il formaggio vai sicura sull emmental svizzero, deve essere un formaggio dolce,non salato , ( non quelli freschi tipo filadelfia nè parmiggiano, troppo secco e salato)quindi se vuoi con l emmental, ma è costoso e non so quanto gli storni potranno lasciarne per gli altri... per gli stroni ti consiglio uno schioppo, NO SCHERZO :icon_lol :icon_mad ma sono davvero odiosi e prepotenti , potresti anche nascondere qulche semino o mela piu lontano, non so, gioca sulla dispersione altrimenti non so come fare con quegli storni ...
IO ti consiglierei per la ghiandaia, (che per i nostri occhi è esclusa dai corvidi!è tutta un altra cosa!!!è stupenda) di infilzare noci di arachidi ad un fil di ferro ma deve esstere tutto saldo, fai in modo comunque che possano mangiare, o per terra o appesa ma fissata e solida, in modo che possano ppoggiarsi, credo che gli storni non riescano a mangiare tranquillamente le aracidi col gusciio, loro si... ma alla fine piu esperienza avrai e conoscerai meglio i tuoi ospiti, piu saprai come fare e non sbatterai piu la testa nel muro :icon_mrgreen ciauuuu arella
EBN 668 899
Alfano Vincenzo
Alfa
virtual forum birder
virtual forum birder
 
Messaggi: 1197
Iscritto il: 15 mar 2011, 20:48
Località: Montecchio (PU)

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda Leucocephalos » 10 feb 2012, 18:30

arella ha scritto:giorni con un grande vento (sembra la bora di Trieste)


Eccola qui la bora di Trieste! :icon_eek

Sta soffiando penso da una decina di giorni (ho perso il conto) con raffiche anche da 150 km/h e con una temperatura che qui a casa mia - dove ho appunto le mangiatoie - è arrivata fino a -10.6°C.

Ma queste condizioni estreme non hanno allontanato gli uccelli, anzi. Se il cibo è ottimo ed abbondante affrontano le difficoltà senza esitare: perché andare in cerca altrove?

E che equilibrismi sulle mangiatoie appese che oscillano violentemente!
Marino Vascotto
45°40'13.3" N
13°49'34.0" E
Avatar utente
Leucocephalos
young birder
young birder
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 8 set 2008, 22:37
Località: Trebiciano TS

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda arella » 11 feb 2012, 14:08

@Alfa
Mele le metto già, o le taglio a metà e le infilzo nei rami, o le taglio a cubetti e le metto nel mix. Gli storni si mangiano entrambe, non c'è verso di nascondere le mele, troppo grandi le vedono subito. Dovresti vedere con che velocità si divorano quelle che metto ai rami. Lasciano solo la buccia, ma a filo, neppure il migliore dei coltelli farebbe una cosa simile.
A volte si sente battere un picchio (sempre solo in inverno), non l'ho mai visto è nei dintorni. Ho provato a mettere dello strutto e sopra tanti arachidi in un punto nel tronco di un'acero che non ha appigli. Dalle mie parti ho visto solo il picchio rosso maggiore e il picchio verde. Ovviamente nel caso del secondo non si sarebbe interessato a quanto avevo messo. Rimane lì per quasi tutto il giorno ma l'indomani non c'è più. Lo rimetto. Chi ha mangiato? Gli storni! In volo mi hanno mangiato tutti gli arachidi e persino lo strutto!
L'arancia chi la mangia? Io ho sempre messo solo mele o cachi come frutta fresca.
Ma la frutta secca tipo noci, mandorle, nocciole se la metto intera potrebbe favorire anche quella un passaggio delle ghiandaie?

Mi è venuta in mente una cosa che forse voi sapete approposito del picchio verde. Quest'anno verso fine estate mi è capitato di vedere due volte delle foto on line di picchio verde in dei vigneti. In una foto non si capiva se stesse mangiando uva o fosse interessato a che. Nei commenti che lessi le persone si dimostravano stupite nel vedere un picchio verde nei vigneti. Fatalità pochi giorni dopo ho visto anch'io un picchio verde in dei vigneti qui in campagna. Stava proprio cercando qualcosa, anche se non ho capito cosa. Voi lo sapete?
C'è qualche larva o insetto particolare che si trova nei vigneti?

@Leucocephalos
Cavoli con 150 km/h sono davvero bravi quei piccoli! Non riesco neppure ad immaginare come facciano quando persino la gente viene portata via dalle raffiche. Io la bora di Trieste l'ho vista solo una volta, alla laurea di mia sorella, siamo arrivati il giorno prima perchè doveva essere lì di prima mattina. Percorrendo la strada per l'hotel in zona Trebiciano vedevo rami volare, non rametti proprio rami!! Nella notte tegole dell'hotel si sono staccate finendo sulle macchine parcheggiate. Il giorno dopo per quel ho potuto ho visto solo gabbiani volare. Da quel giorno li chiamo "mucche del cielo". Però pensavo che in simili condizioni i piccoli non resistessero. Voi ci siete abituati alla bora, io quel giorno son tornata a casa e mi sono resa conto che il vento non sapevo cosa fosse.
Avatar utente
arella
young birder
young birder
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 7 feb 2012, 20:40
Località: Treviso

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda Leucocephalos » 11 feb 2012, 19:52

arella ha scritto:un picchio verde in dei vigneti qui in campagna. Stava proprio cercando qualcosa, anche se non ho capito cosa. Voi lo sapete?


Probabilmente niente di particolare, che io sappia. Anche un vigneto contiene potenziali prede per il nostro. Ti racconto un episodio.

Diversi anni fa osservai un picchio verde in un vigneto semiabbandonato che perlustrava i pali di sostegno delle viti, che erano vecchi, rovinati, fessurati, probabilmente di robinia.

Ad un certo punto vedo - più precisamente mi sembra di vedere - un "vermetto" sulla faccia del palo rivolta a me, mentre il picchio è esattamente all'opposto. Rapidamente il picchio si porta dalla parte del "vermetto" ma questo, ancor prima che il picchio arrivi, si ritira in una fessura. "Gli è sfuggito", penso io ingenuamente.

Un altro esercizio di questo tipo e realizzo immediatamente che non di un vermetto si trattava ma della lingua del picchio stesso, che nella sua esplorazione passava il palo, in certi punti semicavo, da una parte all'altra! :icon_e_surprised
Marino Vascotto
45°40'13.3" N
13°49'34.0" E
Avatar utente
Leucocephalos
young birder
young birder
 
Messaggi: 32
Iscritto il: 8 set 2008, 22:37
Località: Trebiciano TS

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda arella » 13 feb 2012, 23:35

Leucocephalos ha scritto:
arella ha scritto:un picchio verde in dei vigneti qui in campagna. Stava proprio cercando qualcosa, anche se non ho capito cosa. Voi lo sapete?


Probabilmente niente di particolare, che io sappia. Anche un vigneto contiene potenziali prede per il nostro. Ti racconto un episodio.

Diversi anni fa osservai un picchio verde in un vigneto semiabbandonato che perlustrava i pali di sostegno delle viti, che erano vecchi, rovinati, fessurati, probabilmente di robinia.

Ad un certo punto vedo - più precisamente mi sembra di vedere - un "vermetto" sulla faccia del palo rivolta a me, mentre il picchio è esattamente all'opposto. Rapidamente il picchio si porta dalla parte del "vermetto" ma questo, ancor prima che il picchio arrivi, si ritira in una fessura. "Gli è sfuggito", penso io ingenuamente.

Un altro esercizio di questo tipo e realizzo immediatamente che non di un vermetto si trattava ma della lingua del picchio stesso, che nella sua esplorazione passava il palo, in certi punti semicavo, da una parte all'altra! :icon_e_surprised


Non lo so. Sono ignorante di insetti so pochissimo ma di certo a poterli riconoscere ed identificare e poi vedere cosa mangia di preciso, e poi successivamente riconoscere tale insetto in una vigna si avrebbe anche più possibiltà di vedere arrivare un picchio verde.
Avatar utente
arella
young birder
young birder
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 7 feb 2012, 20:40
Località: Treviso

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda Alfa » 14 feb 2012, 13:13

EEEsiiiiiiiiiisono dvvero odiosi gli storni :icon_e_sad non so che dirti arella , lo schioppo!!!?!?scherzo :icon_mrgreen ...comunque è una bell scena quella del picchio e del suo verme lingua! :icon_lol :icon_lol
EBN 668 899
Alfano Vincenzo
Alfa
virtual forum birder
virtual forum birder
 
Messaggi: 1197
Iscritto il: 15 mar 2011, 20:48
Località: Montecchio (PU)

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda ginovet2 » 14 feb 2012, 22:27

ciao, ho sempre voluto fare birdgardening ma mai messo in pratica. per cominciare cosa posso fare di semplice ? c'è qualche testo o sito che potete consigliarmi ? :icon_e_wink
grazie
Impara a volerti bene, a prenderti cura di te stesso,a volere bene a chi ti vuole bene. Il segreto non è prendersi cura delle farfalle ma del giardino, affinché le farfalle vengano a te. Alla fine troverai non chi stavi cercando, ma chi stava cercando te
Avatar utente
ginovet2
fellow birder
fellow birder
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 7 mar 2009, 23:31
Località: lido di camaiore

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda Alfa » 15 feb 2012, 19:28

Ciao Gino , come sito :icon_mrgreen ti consiglio questo!se cerche nei vecchi argomenti troverai tutto e di piu, come testo io ho comprato" Offro riparo e cibo agli uccelli "di elisabetta Gismondi e gianni ravazzi. poi ltri forse hanno di meglio,ciauuu
EBN 668 899
Alfano Vincenzo
Alfa
virtual forum birder
virtual forum birder
 
Messaggi: 1197
Iscritto il: 15 mar 2011, 20:48
Località: Montecchio (PU)

Re: Birdgardening: domande varie

Messaggioda arella » 15 feb 2012, 20:59

Alfa ha scritto:EEEsiiiiiiiiiisono dvvero odiosi gli storni :icon_e_sad non so che dirti arella , lo schioppo!!!?!?scherzo :icon_mrgreen ...comunque è una bell scena quella del picchio e del suo verme lingua! :icon_lol :icon_lol


Lo schioppo non basterebbe, ci vorrebbero i predatori che i geni che ora dicono "ahhh ai miei tempi" si sono divertiti ad uccedere anche solo come trofeo per tenersi l'animale impagliato (nella mia zona rapaci diurni non ne ho mai visti anche se la provincia è grande ed in altre qualcuno si vede).
Per fortuna le cinciarelle entrano nella "mangiatoia casetta nido", le cinciallegre invece no. Ho visto anche che riutilizzando una retina delle palle di grasso e mettendoci nocciole intere sgusciate quelle gli storni quasi non le toccano. Se metto nocciole tagliate me le mangiano in 2 minuti. Sono abituati bene mi sa...
Avatar utente
arella
young birder
young birder
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 7 feb 2012, 20:40
Località: Treviso

Prossimo

Torna a Birdgardening

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron