ebnitalia.it - il forum • Leggi argomento - Consiglia tu che consiglio anche io

Consiglia tu che consiglio anche io

Parliamo di registrazione audio, fotografia tradizionale, filmati ecc...

Consiglia tu che consiglio anche io

Messaggioda LeonardoGR » 27 dic 2010, 12:20

Dopo la discussione di questi giorni, apro questo post con l' intento di scambiarci opinioni e consigli nell' ambito delle fotografie ai nostri soggetti preferiti.
Un consoglio in più credo che non faccia mai male anche a chi è un super esperto .... e anzi , chiedo a chi lo è di aiutare noi novellini.
Mi ritengo abbastanza abile nell' uso di Photoshop (ho fatto diversi corsi di tecnico grafico) e in fotografia vengo da giornate passate al buio della soffita tra luci rosse e agenti chimici (bei tempi quelli dello sviluppo del b/n !! ) .
E' però vero che mi sono appassionato da poco al birdwatching o meglio al bird foto :D e tante cose ancora non le sò ...
spesso mi lascio guidare dai programmi della mia nikon ... e spesso torno a casa con risultati che non sono quelli che avevo in mente ...
Sottoesporre , sovraesporre di uno due tre stop ... sono cose che avvengono in automatico nella testa di chi è esperto ed ha , con gli anni e gli scatti alle spalle , acquisito una sorta di esposimetro in testa.

Inizio con la mia prima domanda.
L' autofocus
Ormai le reflex di ultima generazione hanno svariati tipi di autofucus:
singolo , multiplo ad inseguimento a predizione ... ecc ecc ...
Voi quale preferite?
Considerate il fatto che cè (come me ) gente che porta gli occhiali ed ha qualche difficoltà nella messa a fuoco manuale (che mi rendo conto sarebbe quella che darebbe i migliori risultati )
http://www.flickr.com/photos/leonardogr/
Avatar utente
LeonardoGR
birder
birder
 
Messaggi: 371
Iscritto il: 27 apr 2010, 21:54
Località: Maremma grossetana

Re: Consiglia tu che consiglio anche io

Messaggioda fabriziogiudici » 27 dic 2010, 22:49

Ciao Leonardo. Ti rispondo, ovviamente, dal basso della mia esperienza. :D

Secondo me hai fatto una bella domanda, perché, guardando i cataloghi di oggi, per un fotografo di uccelli amatoriale-ma-puntiglioso, tuttavia non un professionista che deve vendere il proprio lavoro, l'autofocus è probabilmente la sola caratteristica che differenzia una reflex di bassa fascia da una più prestigiosa (parlo di funzionalità esclusivamente mirate alla realizzazione di una foto, non cose tipo la robustezza o la resistenza all'umido).

Ad esempio, io poco più di un anno fa ho comprato una Nikon D5000 (fascia medio-bassa) come secondo corpo, solo per il paesaggio, e causa limite peso del bagaglio aereo ho dovuto usare solo lei per una settimana in California, birding incluso, e se l'è cavata benissimo - più info sul mio blog: http://stoppingdown.net/blog/?c=909).

Il suo limite è proprio l'autofocus (oltretutto, è esattamente lo stesso modulo della D200, che è la mia prima macchina, in imminente sostituzione) ed è proprio l'autofocus che sto valutando per il prossimo acquisto.

Per soggetti semi-statici o in movimento non troppo veloce l'unica cosa importante è separare il pulsante di scatto dall'autofocus (sulle Nikon è tipicamente riprogrammabile all'uopo il tasto AE-AF Lock). In questo modo si può usare la strategia "focus & recompose", per cui puoi mettere a fuoco una volta ogni tanto - magari con uno dei sensori centrali che sono tipicamente più sensibili - e poi tenere la stessa impostazione per parecchi scatti successivi, usando un'inquadratura più adeguata. Oltretutto eviti il rischio che l'autofocus si riattivi quando non vuoi (magari per colpa del classico filo d'erba) facendoti perdere degli scatti.

Sugli uccelli in volo, ho più da imparare che da dire. Qualche mese fa sono riuscito a fare dei disastri con dei nibbi bruni che mi volavano venti metri davanti al davanzale di un albergo :-s In generale, i vari meccanismi di autofocus sono da un lato così sofisticati, ma dall'altro anche così complessi, da richiedere molta pratica più che la teoria. Ci sono infatti questioni che dipendono grandemente dal modello. Per esempio, il processore della D200 (vecchia) è lento e la modalità che uno preferirebbe in teoria per gli uccelli al volo sullo sfondo del cielo (attivare tutti i sensori, fuoco sull'oggetto più vicino) è troppo impegnativa e alla fine diventa così lento che è impossibile seguire un uccello al volo. Questo il manuale NON te lo dice...
Fabrizio Giudici, EBN 167 (LiguriaBirding)
http://stoppingdown.net
Avatar utente
fabriziogiudici
birder
birder
 
Messaggi: 372
Iscritto il: 8 set 2008, 9:37
Località: Genova, Milano


Torna a Audio, Photo & Video

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti